Diventare Mamma. L'esperienza che più mi ha cambiata

Ilaria ed io qualche tempo fa Ilaria ed io qualche tempo fa Paolo Farina

Giorni fa, parlando di psicologia e di fioritura personale con il mio amico Nicolas, sono incappata in questa sua domanda:

"QUAL È STATA L'ESPERIENZA CHE TI HA CAMBIATO LA VITA?" 

Istintivamente ho risposto "Mi ha cambiato la vita l’esperienza di diventare Mamma", ma ho dovuto riflettere un po’ per trovare i cambiamenti più nascosti, quello che vanno aldilà del fatto scontato che certe emozioni siano davvero talmente potenti da non poter essere neanche spiegate. 

Ho scritto per un’ora di fila guardandomi dentro.

Questo che segue è un condensato delle mie riflessioni.

L'esperienza che più mi ha cambiata? Diventare Mamma

Tra tutte le esperienze fatte, quella che ha avuto un impatto più significativo sulla mia vita è stato sicuramente il fatto di diventare mamma. Ho imparato molte cose nuove su me stessa e ho dovuto rivedere e correggere molte idee che avevo sul mondo.

Il primo cambiamento: la libertà non è lì dove credevo 

Per prima cosa ho acquisito una nuova visione del concetto di libertà.

Sicuramente è diventato più importante “restare” che “andare”, fatto che non avrei mai creduto possibile… essere felice in un solo posto, con un solo uomo, con le stesse abitudini sempre, day by day "per l’eternità". 

E invece poi, anche quando passa la magia iniziale (Si... con i bimbi che tolgono ogni energia la complicità di coppia può anche vacillare o svanire), desiderandolo, si trova il modo di riemergere, di star di nuovo bene insieme, di  rinnovarsi. 

“Perché tanta fatica cara mia? Non sarebbe più semplice cambiare o andarsene altrove?”

Questo mi sarei detta prima di diventare mamma. Sarebbe più semplice, si, ma meno efficace.

Perché?

È una questione di felicità condivisa.

Il secondo cambiamento: la piena felicità esiste dove non c'è sofferenza

Per una Mamma è impossibile raggiungere la felicità da sola. Questo perché quando diventi genitore resti un individuo con i tuoi bisogni, ma divieni anche sensibile ai bisogni di tutti coloro che ti stanno più vicino: quelli dei piccoli, quelli del partner (la cui soddisfazione o meno impatta fortemente sugli equilibri di tutti) e quelli del gruppo famiglia, che è un “animale" a sé.

Se il gruppo famiglia soffre, è davvero impossibile che tu possa stare bene. Diventando genitore diventa molto più chiaro il fatto che la tua felicità sia frutto anche della felicità di chi ti sta intorno. 

La costanza e la resistenza: come si modificano nel corso del tempo

Oltre a cambiare i miei concetti di libertà e di felicità, mi sono scoperta molto più resistente e costante di quanto pensassi. Prima della maternità mollavo prima la presa se le cose si mettevano male, ora sono un pitbull. Anche prima lo ero, se ci penso… i sacrifici fatti per laurearmi e poi tutti quegli anni di specializzazione più gavetta. Non posso dire di aver solo disperso energie. Però nei rapporti personali o nell'inseguire i miei sogni ero decisamente meno combattiva e tenace. Ora diciamo che sono lo stesso pitbull, ma ben allenato. Le difficoltà affrontate durante la crescita dei bambini hanno sicuramente rinforzato le mie capacità di resilienza e aumentato in me la capacità di distinguere le cose serie da quelle per cui non vale la pena perdere il sonno. 

Anche il mio concetto di responsabilità è in qualche misura cambiato: prendersi cura quotidianamente di altre due vite toglie molti strati di superficialità a certe scelte.

Amare e dare valore alla vita. Il cambiamento più importante di tutti

Tra tutti i cambiamenti apportati dalla mia nuova condizione di mamma, quello più importante è stato sicuramente percepire un maggiore attaccamento alla vita, come se morire non fosse più un qualcosa che “Se accade fa niente tanto le mie cose le ho fatte”. 

No.

Diventa improvvisamente importante vivere, esserci ora. 

E non per me … non solo, almeno. Diviene essenziale pensare di poter continuare a proteggere e a nutrire i figlietti in tutti i modi possibili e per più tempo possibile. Questo può generare qualche ansia, ma anche a questo si trova rimedio. (Dicono che leggere buoni articoli aiuti moltissimo ;) ).

Ecco. Non so se diventare genitore cambi la tua vita, non per forza questo deve accadere.

Sicuramente ti cambia la testa.

Non so neanche se con queste mie parole posso aver fatto passare a qualcuno il desiderio di procreare, spero di no.

Complessivamente io sento di essere meno peggio oggi di alcuni anni fa, grazie a questa esperienza ❤️, dunque consiglio... almeno... di non averne paura.